pointerAmazon Echo è un successo?

Se lo domanda un articolo di Quartz:

The idea of talking to gadgets in your home that feature artificial-intelligence-powered assistants is still in its early days, but it’s an easy trend to spot. On various devices, Apple has implemented its Siri assistant, Google has Google Now, and Microsoft offers Cortana. Compared to those companies, Amazon still seems an unlikely challenger. But Echo is starting to look like the most elegant consumer product of the genre, at least for the home. Amazon’s foresight and execution has been impressive, especially in partnering with other products and companies.

Boh. Però tutto ciò mi ricorda un tweet di alcune settimane fa, di tale Marshall Huss. Marshall Huss ha un Echo in casa, che com’è supposto che sia sta sempre acceso e sull’attenti — sempre in ascolto in modo da essere pronto a rispondere ad un’eventuale domanda. Huss, una sera, parlando con sua moglie, le menziona la necessità di acquistare un apriscatole. Più tardi, questo è quello che vede su Facebook:

UPDATE: Pare la motivazione fosse un’altra, mi fanno notare.